You are currently viewing Avvisi S.Lorenzo – 08.05.2022

Avvisi S.Lorenzo – 08.05.2022

Carissimi,

ogni anno, nella Quarta Domenica di Pasqua, il Vangelo di Giovanni presenta la figura di Gesù buon pastore

Questa settimana è Alessandro che ci fornisce qualche frase del suo commento al Vangelo:

 “Questo è forse uno dei passi più noti, quello delle pecore che conoscono Gesù e lo seguono.

Quello che c’è tra le pecore e il pastore è un rapporto di assoluta fiducia, una fiducia costruita nel tempo passato assieme, nei piccoli gesti di ogni giorno che hanno reso e ancora oggi rendono Lui non un pastore, ma IL pastore, perché per noi, così come per le pecore, non c’è altra guida, una guida dalla quale dipende la vita.

Le pecore non scappano perché sanno che con il proprio pastore sono al sicuro dai lupi e dagli altri pericoli e non hanno timore a farsi guidare, proprio come dovremmo fare noi con Dio. Ma riusciamo sempre a farlo? …”

Di seguito trovate come al solito:

  1. i testi delle letture
  2. il commento al Vangelo pronunciato da papa Francesco alla preghiera del Regina Coeli del 21.4.2013
  3. gli aggiornamenti sugli appuntamenti del mese di Maggio ed in particolare gli orari per la recita del Rosario e le celebrazioni per la Madonna Dell’Olmo

 Buona domenica e buona settimana

8 maggio – IV Domenica di Pasqua

Dagli Atti degli Apostoli (13,14.43-52)
In quei giorni, Paolo e Bàrnaba, proseguendo da Perge, arrivarono ad Antiòchia in Pisìdia, e, entrati nella sinagoga nel giorno di sabato, sedettero. Molti Giudei e prosèliti credenti in Dio seguirono Paolo e Bàrnaba ed essi, intrattenendosi con loro, cercavano di persuaderli a perseverare nella grazia di Dio. Il sabato seguente quasi tutta la città si radunò per ascoltare la parola del Signore. Quando videro quella moltitudine, i Giudei furono ricolmi di gelosia e con parole ingiuriose contrastavano le affermazioni di Paolo. Allora Paolo e Bàrnaba con franchezza dichiararono: «Era necessario che fosse proclamata prima di tutto a voi la parola di Dio, ma poiché la respingete e non vi giudicate degni della vita eterna, ecco: noi ci rivolgiamo ai pagani. Così infatti ci ha ordinato il Signore: “Io ti ho posto per essere luce delle genti, perché tu porti la salvezza sino all’estremità della terra”». Nell’udire ciò, i pagani si rallegravano e glorificavano la parola del Signore, e tutti quelli che erano destinati alla vita eterna credettero. La parola del Signore si diffondeva per tutta la regione. Ma i Giudei sobillarono le pie donne della nobiltà e i notabili della città e suscitarono una persecuzione contro Paolo e Bàrnaba e li cacciarono dal loro territorio. Allora essi, scossa contro di loro la polvere dei piedi, andarono a Icònio. I discepoli erano pieni di gioia e di Spirito Santo.

Dal Salmo 99Noi siamo suo popolo, gregge che egli guida.

Dal libro dell’Apocalisse di san Giovanni apostolo (7,9.14-17)
Io, Giovanni, vidi: ecco, una moltitudine immensa, che nessuno poteva contare, di ogni nazione, tribù, popolo e lingua. Tutti stavano in piedi davanti al trono e davanti all’Agnello, avvolti in vesti candide, e tenevano rami di palma nelle loro mani. E uno degli anziani disse: «Sono quelli che vengono dalla grande tribolazione e che hanno lavato le loro vesti, rendendole candide col sangue dell’Agnello. Per questo stanno davanti al trono di Dio e gli prestano servizio giorno e notte nel suo tempio; e Colui che siede sul trono stenderà la sua tenda sopra di loro.
Non avranno più fame né avranno più sete, non li colpirà il sole né arsura alcuna, perché l’Agnello, che sta in mezzo al trono, sarà il loro pastore e li guiderà alle fonti delle acque della vita. E Dio asciugherà ogni lacrima dai loro occhi».

Dal Vangelo secondo Giovanni (10,27-30)
In quel tempo, Gesù disse: «Le mie pecore ascoltano la mia voce e io le conosco ed esse mi seguono. Io do loro la vita eterna e non andranno perdute in eterno e nessuno le strapperà dalla mia mano. Il Padre mio, che me le ha date, è più grande di tutti e nessuno può strapparle dalla mano del Padre. Io e il Padre siamo una cosa sola».

Papa Francesco – Regina Coeli del 21.4.2013

Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
La Quarta Domenica del Tempo di Pasqua è caratterizzata dal Vangelo del Buon Pastore che si legge ogni anno. Il brano di oggi riporta queste parole di Gesù: «Le mie pecore ascoltano la mia voce e io le conosco ed esse mi seguono. Io do loro la vita eterna e non andranno perdute in eterno e nessuno le strapperà dalla mia mano. Il Padre mio, che me le ha date, è più grande di tutti e nessuno può strapparle dalla mano del Padre mio. Io e il Padre siamo una cosa sola» (10,27-30). In questi quattro versetti c’è tutto il messaggio di Gesù, c’è il nucleo centrale del suo Vangelo: Lui ci chiama a partecipare alla sua relazione con il Padre, e questa è la vita eterna.
Gesù vuole stabilire con i suoi amici una relazione che sia il riflesso di quella che Lui stesso ha con il Padre: una relazione di reciproca appartenenza nella fiducia piena, nell’intima comunione. Per esprimere questa intesa profonda, questo rapporto di amicizia Gesù usa l’immagine del pastore con le sue pecore: lui le chiama ed esse riconoscono la sua voce, rispondono al suo richiamo e lo seguono. E’ bellissima questa parabola! Il mistero della voce è suggestivo: pensiamo che fin dal grembo di nostra madre impariamo a riconoscere la sua voce e quella del papà; dal tono di una voce percepiamo l’amore o il disprezzo, l’affetto o la freddezza. La voce di Gesù è unica! Se impariamo a distinguerla, Egli ci guida sulla via della vita, una via che oltrepassa anche l’abisso della morte.
Ma Gesù a un certo punto disse, riferendosi alle sue pecore: «Il Padre mio, che me le ha date…» (Gv 10,29). Questo è molto importante, è un mistero profondo, non facile da comprendere: se io mi sento attratto da Gesù, se la sua voce riscalda il mio cuore, è grazie a Dio Padre, che ha messo dentro di me il desiderio dell’amore, della verità, della vita, della bellezza… e Gesù è tutto questo in pienezza! Questo ci aiuta a comprendere il mistero della vocazione, specialmente delle chiamate ad una speciale consacrazione. A volte Gesù ci chiama, ci invita a seguirlo, ma forse succede che non ci rendiamo conto che è Lui, proprio come è capitato al giovane Samuele.
Ci sono molti giovani oggi, qui in Piazza. Siete tanti voi, no? Si vede… Ecco! Siete tanti giovani oggi qui in Piazza. Vorrei chiedervi: qualche volta avete sentito la voce del Signore che attraverso un desiderio, un’inquietudine, vi invitava a seguirlo più da vicino? L’avete sentito? Non sento? Ecco… Avete avuto voglia di essere apostoli di Gesù? La giovinezza bisogna metterla in gioco per i grandi ideali. Pensate questo voi? Siete d’accordo? Domanda a Gesù che cosa vuole da te e sii coraggioso! Sii coraggiosa! Domandaglielo!
Dietro e prima di ogni vocazione al sacerdozio o alla vita consacrata, c’è sempre la preghiera forte e intensa di qualcuno: di una nonna, di un nonno, di una madre, di un padre, di una comunità… Ecco perché Gesù ha detto: «Pregate il signore della messe – cioè Dio Padre – perché mandi operai nella sua messe!» (Mt 9,38). Le vocazioni nascono nella preghiera e dalla preghiera; e solo nella preghiera possono perseverare e portare frutto. Mi piace sottolinearlo oggi, che è la “Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni” …

Calendario parrocchiale

Sabato 7 maggio
ore 11:00 Battesimo di Nicolò
ore 15:00 Incontro per i fanciulli della III elementare
ore 16:30 Santa Messa con i bambini del catechismo
ore 18:15 Rosario e Vespri, ore 19:00 Messa Vespertina
Domenica 8 maggio – IV Domenica di Pasqua  – “Alle mie pecore io do la vita eterna”
S. Messe ore 8:00, 9:00 (Olmo), 10:30, 19:00
Martedì 10 maggio – Beato Nicolò Albergati, vescovo – Diocesi di Bologna
Giovedì 12 maggio – Beato Francesco da Siena, OSM
Sabato 14 maggio – San Mattia, apostolo – Festa
ore 10:00 Preparazione alla Prima Comunione per i ragazzi della IV elementare
ore 15:00 Prima Confessione per i ragazzi della III elementare
Domenica 15 maggio – V Domenica di Pasqua“Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri”
S. Messe ore 8:00, 9:00 (Olmo), 10:30, 19:00
nella messa delle ore 10:30 Battesimo di Michael Ugo
Venerdì 20 maggio 
ore 20:30 Confessione per i ragazzi della prima Comunione e fam.
Sabato 21 maggio
nella Messa delle ore 16:30 Battesimo di Alfonso
ore 20:45 Accoglienza a Villa Sarti Parisini dell’Immagine della BV Olmo, a seguire processione fino a San Lorenzo per via Martiri antifascisti, p.zza Matteotti e v. Bissolati
ore 21:00 Santa Messa – Non ci sarà la Messa delle ore 19:00
Domenica 22 maggio – VI Domenica di Pasqua“Lo Spirito Santo vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto”
S. Messe ore 8:00, 10:00, 19:00 – Non ci sarà la Messa all’Olmo
ore 11:15 S. Messa di Prima Comunione
Lunedì 23 maggio Beata Vergine Maria Madre della Chiesa
ore 20:30 Maria, Madre del mondo, Preghiera davanti alla Scuola Materna Sacro Cuore
Martedì 24 maggio
ore 20:30 Maria, Consolazione degli afflitti, Preghiera in p.zza Antonio da Budrio c/o Casa San Domenico
Mercoledì 25 maggio
ore 20:30 Maria, Regina della pace, Preghiera alla Chiesa delle Creti
Giovedì 26 maggio
Beata Vergine di San Luca, patrona della città e della diocesi
Solennità – Giornata dei Servi di Maria
ore 17:00 Affidamento dei bambini alla Madonna
ore 19:00 Messa con la partecipazione delle Comunità dei Servi di M.
Venerdì 27 maggio
ore 17:00 Celebrazione dell’Unzione degli Infermi, ore 19:00 Messa
ore 21:00 Veglia davanti all’Immagine della BV dell’Olmo organizzata dal Gruppo Giovani e aperta a tutti
Sabato 28 maggio
nella Messa delle ore 19:00 si ricordano gli Anniversari di Matrimonio; si invitano gli interessati a rivolgersi all’Ufficio Parrocchiale
Domenica 29 maggio – Ascensione del SignoreSolennità
55° Giornata delle Comunicazioni Sociali – “Mentre li benediceva veniva portato verso il cielo”
S. Messe ore 8:00, 10:30, 19:00 – Non ci sarà la Messa all’Olmo
ore 16:30 Rosario, a seguire Processione conclusiva della settimana mariana percorrendo le vie Bissolati, Costa, Zaniboni, piazza Antonio da Budrio, Garibaldi, XX Settembre, Saffi, Bissolati, piazza Matteotti, Martiri Antifascisti, Villa “Sarti-Parisini”, Preghiera di Benedizione alla Città, poi l’Immagine della B.V. tornerà all’Olmo
Lunedì 30 maggio
Beato Filippo Bertoni, OSM
Martedì 31 maggio
Visitazione della Beata Vergine Maria a Elisabetta – Festa
ore 20:30 Rosario e Messa di conclusione del mese mariano alle Creti
Non ci sarà la Messa delle ore 19:00 in San Lorenzo

Lascia un commento