Avvisi S.Lorenzo – 15.01.2023

Siamo giunti alla Seconda Domenica del Tempo Ordinario che, ogni anno, si apre con un brano del Vangelo di Giovanni in cui si raccontano le prime Manifestazioni di Gesù.

In questo anno liturgico A ci troviamo ancora immersi nell’acqua del Giordano, davanti a Giovanni Battista che indica Gesù alle folle e che, in filigrana, invita noi credenti a fare lo stesso, fare della nostra vita un annuncio di Gesù che salva.

Di seguito, come al solito, trovate tutte le informazioni relative agli orari delle celebrazioni e degli altri appuntamenti di questi giorni fra cui ricordiamo la Candidatura di Fabio Castellini al Diaconato e l’invito alle Benedizioni Pasquali.

15 gennaio 2023 – II Domenica per Annum

Dal libro del profeta Isaìa (49,3.5-6)

Il Signore mi ha detto: «Mio servo tu sei, Israele, sul quale manifesterò la mia gloria». Ora ha parlato il Signore, che mi ha plasmato suo servo dal seno materno per ricondurre a lui Giacobbe e a lui riunire Israele – poiché ero stato onorato dal Signore e Dio era stato la mia forza – e ha detto: «È troppo poco che tu sia mio servo per restaurare le tribù di Giacobbe e ricondurre i superstiti d’Israele. Io ti renderò luce delle nazioni, perché porti la mia salvezza fino all’estremità della terra».

Dal Salmo 39 –   Ecco, Signore, io vengo per fare la tua volontà.

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi (1,1-3)

Paolo, chiamato a essere apostolo di Cristo Gesù per volontà di Dio, e il fratello Sòstene, alla Chiesa di Dio che è a Corinto, a coloro che sono stati santificati in Cristo Gesù, santi per chiamata, insieme a tutti quelli che in ogni luogo invocano il nome del Signore nostro Gesù Cristo, Signore nostro e loro: grazia a voi e pace da Dio Padre nostro e dal Signore Gesù Cristo!

Dal Vangelo secondo Giovanni (1,29-34)

In quel tempo, Giovanni, vedendo Gesù venire verso di lui, disse: «Ecco l’agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo! Egli è colui del quale ho detto: “Dopo di me viene un uomo che è avanti a me, perché era prima di me”. Io non lo conoscevo, ma sono venuto a battezzare nell’acqua, perché egli fosse manifestato a Israele».

Giovanni testimoniò dicendo: «Ho contemplato lo Spirito discendere come una colomba dal cielo e rimanere su di lui. Io non lo conoscevo, ma proprio colui che mi ha inviato a battezzare nell’acqua mi disse: “Colui sul quale vedrai discendere e rimanere lo Spirito, è lui che battezza nello Spirito Santo”. E io ho visto e ho testimoniato che questi è il Figlio di Dio».

Papa Francesco – Angelus del 15.1.2017

Cari fratelli e sorelle, buongiorno!

Al centro del Vangelo di oggi (Gv 1,29-34) c’è questa parola di Giovanni il Battista: «Ecco l’agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo!» (v. 29). Una parola accompagnata dallo sguardo e dal gesto della mano che indicano Lui, Gesù.

Immaginiamo la scena. Siamo sulla riva del fiume Giordano. Giovanni sta battezzando …

Giovanni predica che il regno dei cieli è vicino, che il Messia sta per manifestarsi e bisogna prepararsi, convertirsi e comportarsi con giustizia; e si mette a battezzare nel Giordano per dare al popolo un mezzo concreto di penitenza (cfr Mt 3,1-6) …

Ed ecco il momento arriva: Gesù si presenta sulla riva del fiume, in mezzo alla gente, ai peccatori – come tutti noi –. E’ il suo primo atto pubblico, la prima cosa che fa quando lascia la casa di Nazaret, a trent’anni …

Cari fratelli e sorelle, perché ci siamo soffermati a lungo su questa scena? Perché è decisiva! Non è un aneddoto. È un fatto storico decisivo! Questa scena è decisiva per la nostra fede; ed è decisiva anche per la missione della Chiesa. La Chiesa, in ogni tempo, è chiamata a fare quello che fece Giovanni il Battista, indicare Gesù alla gente dicendo: «Ecco l’Agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo!». Lui è l’unico Salvatore! Lui è il Signore, umile, in mezzo ai peccatori, ma è Lui, Lui: non è un altro, potente, che viene; no, no, è Lui!

E queste sono le parole che noi sacerdoti ripetiamo ogni giorno, durante la Messa, quando presentiamo al popolo il pane e il vino diventati il Corpo e il Sangue di Cristo. Questo gesto liturgico rappresenta tutta la missione della Chiesa, la quale non annuncia sé stessa. Guai, guai quando la Chiesa annuncia se stessa; perde la bussola, non sa dove va! La Chiesa annuncia Cristo; non porta sé stessa, porta Cristo. Perché è Lui e solo Lui che salva il suo popolo dal peccato, lo libera e lo guida alla terra della vera libertà.

La Vergine Maria, Madre dell’Agnello di Dio, ci aiuti a credere in Lui e a seguirlo.

Leggi il commento completo sul link: 

https://www.vatican.va/content/francesco/it/angelus/2017/documents/papa-francesco_angelus_20170115.html

Avvisi della Zona Pastorale di Budrio

Per Informazioni e Orari Messe visita il sito www.parrocchiedibudrio.it

Parrocchia San Lorenzo di Budrio

Per informazioni 051 800056 (ore 9-12) oppure info@sanlorenzobudrio.it

Per le offerte utilizzare i seguenti conti correnti specificando nella causale l’intenzione:

  • Parrocchia San Lorenzo: IBAN IT42K0200836640000001027986
  • San Lorenzo – Caritas: IBAN IT86Z0707236640000000190889
  • Parrocchia San Lorenzo – Casa Sant’Agata: IBAN IT97P0538736640000001047364

Appello della Caritas

Il 7 dicembre scorso è morta una giovane signora, madre di 4 figli minorenni. Nonostante fosse ammalata da tempo, la notizia della sua morte ci ha lasciato sconcertati e preoccupati per il futuro dei figli. Conoscendo bene la situazione ci siamo impegnati ad assistere questa famiglia.

Affidando a Dio Misericordioso la sua anima, Gli chiediamo di rimanere accanto a questa famiglia e di guidarci nell’aiutarla per le necessità che potrà avere. A questo scopo chi vuole potrà contribuire:

  1. direttamente in Ufficio parrocchiale o tramite i volontari della Caritas
  2. oppure versando sul conto corrente Parrocchia San Lorenzo di Budrio – Caritas: IBAN IT86Z0707236640000000190889 inserendo nella causale “per la famiglia B”

Ringraziamo quanti contribuiranno a creare questo piccolo fondo di solidarietà.

Visita alle Famiglie per le Benedizioni Pasquali

Carissimi,

anche quest’anno chi lo desidera può accogliere nella propria casa la benedizione pasquale. Le visite alle famiglie inizieranno a partire da Lunedì 23 gennaio.

Chi desidera ricevere la benedizione pasquale può segnalarlo in uno dei modi seguenti:

  1. Compilare il modulo cartaceo posto in fondo alla chiesa di San Lorenzo, indicando i giorni e gli orari di preferenza
  2. Inviare una mail con le stesse informazioni a info@sanlorenzobudrio.it
  3. Telefonare dal Lunedì al Sabato dalle 9 alle 11:30 alla Segreteria Parrocchiale (tel. 051 800056)
  4. Compilare questo modulo online: https://forms.gle/mTchbcwHzQ9qrdze7

Nell’attesa di incontrarci, vi auguriamo fin da ora buona Pasqua.

La Comunità dei Servi di Maria di San Lorenzo

Candidatura al Diaconato di Fabio Castellini

Domenica 15 gennaio nella Messa delle ore 17:30 in San Pietro a Bologna ci sarà la Candidatura al Diaconato di Fabio Castellini

Calendario parrocchiale

Sabato 14 gennaio ore 10:00-16:00 c/o Comunità di Villaregia a Vedrana Quinto e Sesto Incontro del Corso Matrimonio
Domenica 15           II Domenica del Tempo Ordinario “Ecco l’agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo”
ore 15:30 Momento di preghiera e condivisione con la Fraternità OSM
ore 17:30 in San Pietro a Bologna, Candidatura al Diaconato di Fabio Castellini
Lunedì 16                ore 21 Incontro dell’Azione Cattolica della Zona Pastorale di Budrio
Martedì 17             Sant’Antonio, abate
da Mercoledì 18 a Mercoledì 25 Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani
Venerdì 20             San Sebastiano, martire e patrono del comune di Budrio – Solennità
Sabato 21              Sant’Agnese, martire
Domenica 22         III Domenica del Tempo Ordinario – Domenica della Parola
“Venne a Cafarnao perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo del profeta Isaia”
ore 11:30 Battesimo di Amelia
Martedì 24             San Francesco di Sales, vescovo
Mercoledì 25         Conversione di San Paolo – Festa
Giovedì 26             Santi Timoteo e Tito, vescovi
Sabato 28              San Tommaso d’Aquino, dottore della Chiesa
Domenica 29         IV Domenica del Tempo Ordinario – Domenica della Parola “Beati i poveri in spirito”
Martedì 31             San Giovanni Bosco, religioso

Orario delle Messe e delle Funzioni religiose

Festivi

San Lorenzo:

Messa prefestiva ore 18:00

Messe festive ore 8:00, 10:30, 18:00

Santuario dell’Olmo: Messa ore 9:00

Chiesa delle Creti: Messa in lingua polacca ore 10:00

 Feriali

San Lorenzo:

Celebrazione delle Lodi ore 8:00

Messe ore 8:30 e 18:00 (il martedì, dopo la Messa delle 8:30 fino alle 12:00, Adorazione Eucaristica)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: