Giovedì 11 Febbraio ricorre l’anniversario dell’apparizione a Bernardette della Madonna a Lourdes.

Giovedì 11 febbraio 1858Prima apparizione: Accompagnata da sua sorella e da un’amica, Bernardette si reca a Massabielle, lungo il Gave, per raccogliere ossa e legna secca. Mentre si sta togliendo le calze per attraversare il fiume, sente un rumore che somigliava ad un colpo di vento, essa alza la testa verso la Grotta : ” Ho visto una signora vestita di bianco. Indossava un abito bianco, un velo bianco, una cintura blu ed una rosa gialla su ogni piede”. Fa il segno della croce e recita il rosario con la Signora. Terminata la preghiera, la Signora scompare bruscamente.

Domenica 14 Febbraio 1858 – Seconda apparizione: Bernardette sente una forza interna che la spinge a tornare alla Grotta nonostante il divieto dei suoi genitori. Dopo molta insistenza, la madre glielo permette. Dopo la prima decina del rosario, vede apparire la stessa Signora. Le getta dell’acqua benedetta. La Signora sorride ed inchina la testa. Finita la preghiera del rosario, scompare.

Giovedì 18 febbraio 1858 – Terza apparizione: Per la prima volta, la Signora parla. Bernardette Le porge una penna e un pezzo di carta e Le chiede di scrivere il suo nome. Lei le risponde: “Non è necessario”, ed aggiunge: “Non ti prometto di renderti felice in questo mondo ma nell’altro.  Potete avere la gentilezza di venire qui per quindici giorni? “…

…la Vergine parla per la prima volta: “Ciò che le devo dire, non è necessario scriverlo”. Questo significa che Maria vuole entrare, con Bernadette, in una relazione che è propria dell’amore, che si trova al livello del cuore. Bernadette viene quindi subito invitata ad aprire le profondità del suo cuore a questo messaggio d’amore. Alla seconda frase della Vergine: “Vuole avere la grazia di venire qui per quindici giorni?”. Bernadette è sconvolta. È la prima volta che qualcuno le si rivolge dandole del “lei”. Bernadette, sentendosi così rispettata ed amata, vive l’esperienza di essere lei stessa una persona. Siamo tutti degni agli occhi di Dio perché ciascuno di noi è amato da Lui. Terza frase della Vergine: “Non le prometto di renderla felice in questo mondo ma nell’altro.” Quando Gesù, nel Vangelo, ci invita a scoprire il Regno dei cieli, ci invita a scoprire, qui nel nostro mondo, un “altro mondo”. Là dove c’è l’Amore, Dio è presente. Dio è Amore!

Malgrado la sua miseria, la sua malattia, la sua mancanza di cultura, Bernadette è sempre stata profondamente felice. È quello il Regno di Dio, il mondo del vero Amore. Durante le prime sette apparizioni di Maria, Bernadette mostra un volto radioso di gioia, di felicità, di luce. Ma, tra l’ottava e la dodicesima apparizione, tutto cambia: il suo viso diviene triste, doloroso, ma soprattutto lei compie gesti incomprensibili….

VDomenica T.O

SCARICA PDF

Lascia un commento

Chiudi il menu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: